Presa di posizione dell’ISHRS sui requisiti per la chirurgia del cuoio capelluto

Presa di posizione dell’ISHRS

La posizione dell’International Society of Hair Restoration Surgery è che qualsiasi procedura che preveda un’incisione cutanea allo scopo di rimuovere del tessuto dal cuoio capelluto o dal corpo, o di preparare il cuoio capelluto o il corpo a ricevere del tessuto (ad es. incisione dell’innesto FUE, l’escissione della striscia donatrice, creazione dEi siti di ricezione), con ogni mezzo, inclusa la robotica, costituisce una procedura chirurgica. Tali procedure devono essere eseguite da medici adeguatamente formati e abilitati. Tutti gli strumenti per gli interventi FUE, compresi i dispositivi robotici, sono considerati estensioni della mano dell’operatore e, pertanto, tutti gli operatori di tali dispositivi devono essere dei medici.

I medici che eseguono interventi di ripristino dei capelli devono essere in possesso delle nozioni, della formazione e dell’attuale competenza in tale campo.

L’ISHRS ritiene che i seguenti aspetti della chirurgia di ripristino dei capelli debbano essere eseguiti esclusivamente da medici abilitati:

  • Valutazione diagnostica pre-operatoria
  • Pianificazione dell’intervento
  • Esecuzione dell’intervento, compresi: l’espianto dei capelli, la progettazione dell’attaccatura dei capelli, la creazione del sito ricevente e la gestione di eventuali problemi di salute e possibili reazioni avverse del paziente.
  • Assistenza post-operatoria

L’ISHRS ammette la delega degli aspetti elencati delle procedure di ripristino dei capelli nel modo seguente: in alcuni Paesi, gruppi di operatori sanitari accreditati, ad esempio i Physician Assistants (USA) o Physician Associates (UK) (ovvero gli assistenti medici), i Nurse Practitioners (USA e UK) (ovvero gli infermieri specialisti clinici), i Surgical Care Practitioners (UK) (ovvero gli infermieri che possono effettuare operazioni chirurgiche), sono autorizzati a eseguire procedure mediche e chirurgiche in base a criteri specifici. In caso di comportamenti contrari all’etica, questi professionisti sanitari rispondono alla propria autorità competente. In questi Paesi, l’ISHRS ammette che tali gruppi di professionisti pratichino legalmente, e l’ISHRS approva tale pratica purché avvenga nell’ambito della loro licenza e sotto la supervisione di un medico abilitato che esegue interventi di trapianto di capelli e possiede le nozioni, la formazione e l’attuale competenza in tale campo.

L’ISHRS ritiene un comportamento non etico per un individuo spostarsi in uno stato e/o un Paese in cui non possiede una licenza ed eseguire gli aspetti chirurgici degli interventi di ripristino dei capelli.

L’ISHRS ritiene altresì un comportamento non etico per un medico formare un individuo per eseguire interventi chirurgici che non è autorizzato a eseguire.

I membri dell’ISHRS devono accettare e rispettare il Codice etico e la Presa di posizione dell’ISHRS sui requisiti per la chirurgia del cuoio capelluto. I trasgressori saranno oggetto di azioni displicinari.

Adottato dal Consiglio di amministrazione, 11/13/2019

Divulgazione

I VIDEO, LE IMMAGINI E LE ALTRE INFORMAZIONI RACCOLTE (COLLETTIVAMENTE “DICHIARAZIONI”) SONO STATI FORNITI DA SOGGETTI CHE LI HANNO PREPARATI E INVIATI IN MANIERA INDIPENDENTE ALL’INTERNATIONAL SOCIETY OF HAIR RESTORATION SURGERY (“ISHRS”). LE IDEE E LE OPINIONI ESPRESSE NELLE DICHIARAZIONI SONO QUELLE DELL’ORATORE O DELL’AUTORE E NON DELL’ISHRS.

LE DICHIARAZIONI SONO FORNITE COSÌ COME VENGONO RICEVUTE, SENZA ALCUNA GARANZIA, ESPLICITA O IMPLICITA. NÉ L’ISHRS NÉ LE PERSONE ASSOCIATE ALL’ISHRS OFFRONO ALCUNA GARANZIA IN MERITO ALL’ACCURATEZZA, ALLA COMPLETEZZA, ALL’INTEGRITÀ, ALLA QUALITÀ O ALL’AFFIDABILITÀ DELLE DICHIARAZIONI. L’ISHRS NON RICONOSCE ALCUNA GARANZIA, ESPLICITA O IMPLICITA, LEGALE O DI ALTRO TIPO, COMPRESE, TRA L’ALTRO, QUELLE DI COMMERCIABILITÀ, NON VIOLAZIONE E IDONEITÀ PER UN PARTICOLARE FINE. QUANTO SOPRA DICHIARATO NON CONCERNE GARANZIE CHE NON POSSONO ESSERE ESCLUSE O LIMITATE AI SENSI DELLA NORMATIVA VIGENTE.

NELLA MISURA MASSIMA CONSENTITA DALLA LEGGE, IN NESSUN CASO L’ISHRS, O I SUOI DIPENDENTI, AGENTI, FUNZIONARI, DIRIGENTI O ALTRI RAPPRESENTANTI POTRANNO ESSERE RITENUTI RESPONSABILI DI DANNI DI ALCUN TIPO, SOTTO QUALSIASI TEORIA LEGALE, DERIVANTI DA O IN RELAZIONE ALLE DICHIARAZIONI, COMPRESI I DANNI DIRETTI, INDIRETTI, SPECIALI, ACCIDENTALI, CONSEGUENTI O PUNITIVI.